BTEC-PET Cover

Dyneema SK78 XTR

  • double braid
  • Hot prestretch system
  • ico-thane 10

Caratteristiche

  • Resistenza a picchi di temp  380 °C
  • Resistenza allo strappo  16,5 cN/dTex
  • Scorrevolezza 0,12 coeff. frizione
  • Grip winch/stopper 0,12 coeff. frizione
  • Res. abrasione ottima
  • Leggerezza   1,39 kg/dm3
  • Res. a lavoro continuo buona
  • Varianti colore ampia scelta colori

Utilizzo

  • Scotte
  • Drizze

Gamma colori:

Anima DYNEEMA SK78
Le ottime doti di creep unite a una tenacità di 35 cn/dTex e ad un modulo di 1140 cn/dTex la rendono una cima dedicata a manovre sottoposte ad elevati carichi statici . Il peso specifico di 0,974 kg/dm3 la rende una cima estremamente leggera . 
Il trattamento di prestazione a caldo  incrementa il rapporto diametro/carico, mentre il trattamento di protezione con mix di resine poliuretaniche rende la cima idrorepellente e resistente all'usura . 

Copertura BTEC / PET ( Black technora - Poliestere )
E' una cover altamente tecnica per manovre soggette carichi , lavoro e abrasioni estreme . 
Risulta buona  la resistenza all' abrasione e al lavoro continuo  .
Il punto di tolleranza alle alte temperature risulta di 380 °C , garantendo un ottima resistenza a moderati  picchi di temperatura da frizione .
Il coefficiente di frizione di 0,12 unito alla tenacita' media della cover di 16 cN/dTex  genera  un ottimo grip e una buona efficienza su winch e strozzatori 
La gamma colori è ampia grazie alle componenti di poliestere che permettono di rendere facilmente riconoscibili le manovre .

 Diameter     mm  2 2,5 3 3,5 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16
B.L daN  210   330   450   750   1.100   1.350   2.350   3.400   3.900   4.850   6.850   8.250   10.050   10.150   11.900   13.500   15.500 
weight  gr/mt  4,7 5,9 7,5 9,5 13,1 19,6 26,1 40,9 51,3 60,0 73,9 88,4 1054,5 120,6 140,9 163,8 182,2


I valori medi indicati sono ricavati dai test del laboratorio Benvenuti su cime nuove e possono essere variati senza preavviso. Sono disponibili altri diametri su richiesta. Il carico statico della cima non deve superare il 20% dei carichi di rottura indicati in tabella. Il nodo pregiudica il carico di rottura con riduzioni fino al 60%. L'impiombatura aumenta il diametro di circa 1,5 volte. L'esposizione agli agenti atmosferici determina riduzioni dei carichi di rottura delle cime, a seconda dell'intensità e durata della stessa e anche in base alla composizione e costruzione del prodotto.